Notizie

Amore sino alla fine

La liturgia del Giovedì Santo è uno splendido compendio di teologia, simbolismo e catechesi che “spiega” l’essenza e il senso dell’essere cristiani.

La solenne celebrazione è stata presieduta da P. Ladislao Suchy.

Di fronte ai numerosi fedeli presenti e accanto ai confratelli concelebranti, il Rettore del Santuario ha presentato i tre temi che caratterizzano il primo giorno del Triduo pasquale: l’Eucaristia, che «nasce dall’amore di Cristo e va celebrata nell’amore, senza divisioni e senza ipocrisie»; il sacerdozio, «magnifico dono dell’unità»; il servizio, «confermato dall’esempio di Gesù Maestro che lava i piedi ai discepoli». «Tre elementi che costituiscono il preludio del comandamento nuovo della carità fraterna». E ha concluso: Â«La vera gioia di Gesù e di Dio, che egli rivela, consiste nell’amore sino alla fine».

I gesti della consegna di una rosa ai presbiteri, la lavanda dei piedi, l’Altare della Reposizione ornato di un calice con l’Ostia Santa e due colombe, a richiamo della Santissima Trinità, hanno contribuito a rendere “visibili” i significati e i contenuti della celebrazione.

[inpost_fancy thumb_width=”200″ thumb_height=”200″ post_id=”7280″ thumb_margin_left=”0″ thumb_margin_bottom=”0″ thumb_border_radius=”2″ thumb_shadow=”0 1px 4px rgba(0, 0, 0, 0.2)” id=”” random=”0″ group=”0″ border=”” show_in_popup=”0″ album_cover=”” album_cover_width=”200″ album_cover_height=”200″ popup_width=”800″ popup_max_height=”600″ popup_title=”Gallery” type=”fancy” sc_id=”sc1555622792489″]

 

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.