Padri Micheliti

Impressionante è questo luogo. Qui è la casa di Dio e la porta del cielo. In questa grotta i peccati degli uomini sono perdonati.

Padri Micheliti

Il primo motto, che si ispira alla figura e al nome di San Michele (Mi ka ‘El: Chi come Dio) indica chiaramente Dio come unico senso della vita.

Il secondo ne evidenzia il carisma e lo stile di vita. Il religioso della Congregazione di San Michele Arcangelo realizza la propria vocazione attraverso la virtù della temperanza, intesa come libertà da ogni condizionamento interiore ed esteriore, dominio delle passioni e vera pace, che permette di servire Dio in totale ed amorosa disponibilità verso il prossimo, in modo particolare i giovani e i bambini abbandonati.

Un altro elemento che caratterizza l’azione dei Micheliti è il triplice lavoro: spirituale, intellettuale e manuale. “Temperanza e lavoro”: una proposta forte e in controtendenza per la società di oggi, travolta dal consumismo e dalla ricerca del benessere, e un invito a ritrovare i veri valori della sobrietà, della giustizia e della solidarietà. Perciò nel loro impegno pastorale i Micheliti rivolgono particolare attenzione ai giovani e ai bambini, gli uomini del domani, sia nel lavoro parrocchiale, sia attraverso la realizzazione di istituti per ragazzi orfani e abbandonati.

 

I Micheliti attuano il proprio carisma anche attraverso le missioni popolari, gli esercizi spirituali, l’editoria, la cura delle vocazioni sacerdotali e religiose, la direzione di alcuni Santuari. La loro attività viene svolta in Polonia, Bielorussia, Ucraina, Germania, Austria, Svizzera, Francia, Canada, Nuova Guinea, Argentina, Paraguay, Repubblica Dominicana, Antille Olandesi.

In Italia, dove i figli spirituali di Padre Bronislao, per speciale grazia del Signore sono stati chiamati alla custodia del prestigioso Santuario di Monte Sant’Angelo, dedicato al loro protettore, svolgono il loro ministero anche nella provincia di Viterbo, a Castel Sant’Elia, dove curano la parrocchia e custodiscono il Pontificio Santuario di Maria SS. ad Rupes, che è anche sede del loro Seminario Maggiore; a Roma, dove reggono la chiesetta del “Quo Vadis” e la Parrocchia di “Sant’Ottavio Cc. Mm”. Sul territorio nazionale sono state loro affidate anche alcune parrocchie con relativi oratori per i giovani, tra le quali quella di Crescentino in provincia di Vercelli.

Dona adesso

INVIA UNA DONAZIONE AL SANTUARIO DI SAN MICHELE ARCANGELO