Giovedì santo

Il Giovedì santo costituisce il primo appuntamento liturgico del Triduo pasquale.

Il 13 aprile P. Ladislao Suchy ha presieduto la solenne messa in "Coena Domini" concelebrata dai confratelli micheliti e da alcuni sacerdoti ospiti. 

Una celebrazione ricca di segni e di significati: la rievocazione dell'istituzione dell'Eucaristia, il gesto della lavanda dei piedi, il ringraziamento per il ministero del sacerdozio.

E per sottolineare la bellezza e la purezza del servizio presbiterale a Dio e ai fratelli, all'inizio della sacra funzione alcuni fedeli hanno omaggiato i sacerdoti con il dono di una rosa.

Tutti i gesti liturgici hanno poi trovato compimento nell'umile e silente atto di adorazione al Santissimo Sacramento riposto nel tabernacolo che quest'anno si è arricchito di due elementi simbolici: il pellicano e l'albero della vita.

giov-san-17-1.JPGgiov-san-17-2.JPGgiov-san-17-3.JPGgiov-san-17-4.JPGgiov-san-17-5.JPGgiov-san-17-6.JPGgiov-san-17-7.JPG
 

top